ask me anything: alessandro@molinari.com

19 November 2005

Melanconia

Sfuma ogni respiro come se fosse l’ultimo
Comincia dalla pancia fino al petto. Svuota tutto.
Sono nudo, fa freddo
Non ci sono stelle abbastanza luminose
Il mare è così lontano
E tu…

Prendi per il collo la bottiglia di Martini bianco
Per quanto spremi è finita ormai
E’ andata da tanto tempo
Non stringi altro che il tuo stesso pugno vuoto
E la forza svanisce già
E lei…

Vola sbattendo contro i tuoi pensieri
Non è altro che fantasia contorta
Senza nemmeno un profumo
Ma il suo veleno
Potrebbe uccidermi all’istante.

Melancholy

She shades every breath like it was the last one
Starting from the belly up to the chest. She empties everything.
I’m naked, it’s cold.
There aren’t stars bright enough
The sea is so far away
And you…

You put your hands round the neck of a Martini Bianco’s bottle
However you squeeze it’s finished now
She’s gone since long time
You grip but your own empty fist
And the strength is already fading away
And her…

She flies knocking against your thoughts
She’s not but a twisted fancy
Without even a scent,
But her poison
Could kill me at once.

No comments:

Post a Comment